Progetto educativo

La Scuola dell’infanzia costituisce la continuazione di un percorso di apprendimento e di socializzazione in un contesto extra familiare. Affinché il progetto permetta lo sviluppo armonico dei nostri piccoli e gli stessi siano sollecitati con modalità diverse in relazione all’attività, i bambini, nell’arco della giornata, sono distinti o in sezioni eterogenee per età o in gruppi omogenei secondo i loro anni: le Giraffe, le Tigri e i Leoni.

1

“Imparare ad imparare”

Nei tre anni di frequenza, i bambini realizzano un percorso di apprendimento di una prima autonomia, di un’ampia capacità di socializzazione, di elementari competenze in tanti ambiti diversi

2

Le attività didattiche

“Imparare facendo” è la strategia che consente ai piccoli l’apprendimento.
I nostri bimbi, nell’arco della settimana, conoscono esperienze diverse:

  • il laboratorio grafico-pittorico, in cui dare forma e colore alle proprie idee e alle emozioni;
  • attività motoria, attraverso cui il bimbo scopre il proprio corpo, imposta andatura ed equilibrio, impara a muoversi in uno spazio e in un tempo precisi;
  • l’educazione musicale, che si realizza attraverso l’ascolto, il movimento ritmico, il canto;
  • la drammatizzazione, che stimola il movimento armonico, l’animazione di storie narrate, il travestimento.
  • La proposta include poi la presenza di un’insegnante madrelingua inglese, attraverso cui i bimbi, mediante il gioco, iniziano spontaneamente ad accostarsi ad un idioma diverso.

Tigri e Leoni sono infine coinvolti, nella seconda parte dell’anno, in attività di pregrafismo e i Leoni iniziano un percorso dove affrontare le prime domande di senso e dove imparare a crescere nel confronto con gli altri (Filosofia per i piccoli).

3

La centralità del gioco

Il gioco è un’attività fondamentale per lo sviluppo cognitivo, in quanto potenzia le capacità sociali, motorie e linguistiche; facilita la creatività, le abilità di manipolazione, quelle emotive, e sviluppa comportamenti socialmente adeguati.

Nella Scuola dell’Infanzia, mediante le attività ludiche i bimbi possono sperimentare, fare errori e compiere scelte.

4

I formatori:

Accanto alle maestre abilitate al ruolo, nella scuola dell’Infanzia si avvicendano esperti diversi:

  • l’insegnante madrelingua inglese, presente tutti i giorni, per un totale di 35 ore settimanali;
  • il maestro di Musica, esperto di didattica musicale (metodo yahama), pianista e direttore di coro, laureato in Lettere ad indirizzo musicologico presso l’Università Statale di Milano e diplomato in pianoforte al Conservatorio di Milano;
  • l’insegnante di teatro, diplomata al Piccolo Teatro di Milano con un’esperienza di laboratorio teatrale anche con i più piccoli, avvia i bambini alla conoscenza del loro corpo e alle potenzialità dei movimenti e delle espressioni.